Mimmo Franzinelli

Mussolini, revisionato e pronto per l'uso

I conti con Mussolini, sembrano non chiudersi mai. Non tanto sul piano storiografico, dove l'imponente biografia defeliciana (otto densi volumi, pubblicati tra il 1965 e il 1997) rappresenta un ineludibile riferimento per ulteriori ricerche, quanto sul piano della divulgazione giornalistica e televisiva. Su una parte della stampa d'opinione e sul web, infatti, il dittatore tiene banco con interpretazioni benevole e commenti agiografici. Quali le ragioni del persistente fascino? Come mai, a decenni dalla morte, Mussolini gode di significativi consensi dopo avere precipitato il Paese nella rovina? Nel Novecento italiano il duce ha impersonato più di chiunque altro il volto, l'essenza e il carisma del potere, con relativo carico di seduzioni, ambizioni, delusioni e rimpianti. Il programma d'ordine mussoliniano proietta ancor'oggi richiami rassicuranti, cui sono sensibili non tanto i vecchi nostalgici (dileguatisi per ragioni anagrafiche con lo scorrere dei decenni), ma gruppi di giovani non necessariamente politicizzati, frequentatori degli stadi piuttosto che delle piazze della politica. La rassicurante figura di grande padre, in grado di risolvere con certezza categorica qualsiasi problema, si staglia nell'attuale vuoto di valori della politica come un seducente riferimento.
Copyright © 2016 Mimmo Franzinelli
FanPage
Sito creato da Gruppo 36
Sito creato da: